Abstract: Gestione Lavoro Domestico - colf e badanti


Data: 27 giugno 2018



La gestione di COLF e BADANTI prevede la creazione di apposita azienda, coincidente con il datore di lavoro domestico privato.
Inserire la nuova azienda indicando in Anagrafica e Gestioni, pag. 1 Anagrafica, tipo azienda persona fisica PF (maschile o femminile) e le specifiche anagrafiche del datore di lavoro e continuare con la compilazione delle maschere proposte dal programma, allo stesso modo di come avviene per la creazione delle aziende degli altri settori.





La maschera Unità Principale/Filiale, fondamentale per consentire la gestione dell’azienda così come per gli altri settori, prevede l’inserimento:

  • in pag. 1 Anagrafica della descrizione dell’attività di lavoro domestico (colf o badanti)
  • in pag. 2 Funzionamento/C.C.N.L./Tabelle per Calcolo del CCNL utilizzato, scegliendo tra lo 099 PERSONALE DOMESTICO Conviventi e lo 099B PERSONALE DOMESTICO Non Conviventi, senza inserire la tabella contributi
  • in pag. 3 Enti Previdenziali/IRPEF del parametro 1 in entrambi i campi unità principale per accentramento INPS e per stampa delega, e del parametro “0 No non generare” in DM/10 - Uniemens Genera File telematico per Posiz. INPS, senza inserire dati previdenziali
  • in pag. 4 Libri Matricola un libro matricola COLF
  • in pag. 12 Dipendenti la voce di corpo ricorrente 97 Retribuzione Oraria COLF.












Terminata la creazione dell’azienda, entrare in pag.1 Anagrafica e Gestioni ed andare su pag. 5 Irpef ed inserire il valore 0 No al campo “Test di Assoggettamento all’Irpef”.






A questo punto, procedere con l’inserimento del lavoratore da Dipendente, Inserimento/Variazione, richiamare l’azienda, l’unità, il libro matricola, premere il pulsante “Nuova Assunzione” e selezionare la tipologia di lavoratore “Dipendente”.
Dopo aver immesso i dati anagrafici, compilare la scheda di assunzione inserendo data di inizio rapporto di lavoro e di fine se rapporto di lavoro a tempo determinato, tipologia contrattuale - COB Lavoro Domestico, qualifica COLF, mansione COLLABORATORE DOMESTICO, retribuzione oraria, orario di lavoro, livello, ritenute aggiuntive (in base alla tipologia di assunzione, tempo determinato o tempo indeterminato con le varie fasce) e categoria prospetto contabile (scegliere tra Operaio o Collaboratore).
La tabella contributi aggiuntivi va inserita in questa fase, all’interno del Dipendente e non all’interno dell’Unità, poiché le tipologie di colf gestite nella stessa unità potrebbero essere diverse.
Soggetto Irpef suggerito No, nessuna P.A.T. Inail e voce di corpo 97 Retribuzione Oraria COLF in Voci di Corpo Ricorrenti LUL/Busta.







Registrare e premere la scelta Tralascia al messaggio “Non è stato indicato il campo Pos. Ass. Territoriale” che apparirà alla registrazione.






Sarà possibile visualizzare il lavoratore come segue:




Le pag. 9 Fiscali/Addizionali/Oneri e 10 Inail appaiono in rosso poiché non vi è assoggettamento fiscale né Inail.


L’elaborazione del cedolino segue la classica elaborazione da Libro Unico, pag. 5 Presenze e pag. 6 Libro Unico. Le particolarità di tale LUL sono in pag. F2 Voci di Corpo del LUL la presenza delle voci di paga e di quelle di contribuzione, in F3 Ritenute Previdenziali il contributo colf e assistenza sanitaria, in pag. F5 Fiscale la mancanza dell’imponibile fiscale, infine la stampa definitiva priva di logo Inail e numero progressivo poiché non vi è obbligo di LUL.






A seguito dello sviluppo dei contributi da Contributi, Elaborazione Contributi, Scrivania, il tabulato di verifica ed il prospetto contabile elaborati conterranno solo dati relativi ad altri contributi e saranno privi di dati INPS ed IRPEF, di conseguenza, per tale motivo, non vi sono altri sviluppi da fare.


Infine, si ricorda che la gestione dei BADANTI segue le stesse regole di quella delle colf, unica differenza è la qualifica da inserire in fase di assunzione del lavoratore, qualifica BADA - Badante anziché COLF, la tabella contributi aggiuntivi è la stessa di quella utilizzata per le colf.




Disclaimer: il presente articolo descrive il funzionamento delle procedure Bluenext e non rappresenta in nessun caso un'informativa normativa; Bluenext Srl non si assume nessuna responsabilità circa eventuali errori nell'aplicazione della normativa da parte degli utilizzatori dei suoi prodotti.


© 2018 Bluenext Srl - Tutti i diritti riservati






Helpdesk Bluenext

We care.