Requisiti di sistema 

Di seguito sono riassunti i requisiti minimi per il funzionamento ottimale dei software Bluenext:


MONOUTENZA/CLIENT DI RETE

Configurazione Hardware minima:

Sistemi Operativi Windows supportati (64 bit):

  • 8.1 (esclusa la versione RT)
  • Windows 10 (Home e Pro)
  • Windows 11

 

SQL dalla versione 2017

  • Intel i3/i5/i7 2,3 GHz (almeno ottava generazione)
  • Memoria 8 GB

 

 

 

SERVER DI RETE

Configurazione Hardware minima:

Sistemi Operativi Windows supportati (64 bit):

  • 2012/2012 R2
  • 2016
  • 2019

 

SQL dalla versione 2017

  • Intel Xeon Dual-Core 2,4 GHz (almeno seconda generazione)
  • Memoria 16 GB

 

 

 

 

TERMINAL SERVER/DESKTOP REMOTO

Sistemi Operativi Windows supportati (64 bit):

  • 2012/2012 R2
  • 2016
  • 2019

 

SQL dalla versione 2017

POSTI DI LAVORO

Configurazione Hardware minima:

Fino a 10

 

  • Intel Xeon Dual-Core 2,4 GHz (almeno seconda generazione)
  • Memoria 16 GB 

da 10 a 20 

 

  • -  Intel Xeon 8 Core 2,4 GHz (almeno seconda generazione)
  • Memoria 24 GB 

da 20 a 30 

 

  • -  Intel Xeon 8 Core 2,4 GHz (almeno seconda generazione)
  • Memoria 32 GB

CLIENT DI 

TERMINAL SERVER/DESKTOP REMOTO 

 

 

  • Thin Client 
  • Client Windows, Macintosh, Unix Workstation

 

IMPORTANTE

Le procedure Bluenext sono funzionanti anche con requisiti inferiori a quelli riportati nel presente documento, ma potrebbero non essere garantite le performance ottimali di fruizione dei servizi.

 

 

PROCEDURE CLOUD

(Espando Studio Cloud, Portale dei Servizi, Fatture Online, Espando PEC, Privacy Manager, Antiriciclaggio Cloud, etc..)

Sistemi operativi supportati per computer

Versione minima

Windows 10

Home

Browser supportati

Versione minima

Chrome

70.0.3583.77

Firefox

56

Edge

42

Sistemi operativi supportati per dispositivi mobili
 (No Espando Studio Cloud)

Versione minima

Android

Versione 7.0 Huawei 10’’ con MediaPad M3 Lite (Chrome 69)

Apple iPad

Versione 6th generation

 ULTERIORI REQUISITI 

Software aggiuntivo richiesto: Adobe Reader 9.0 (o successivo).

Connessione internet: ADSL.

Stampanti: tutte le stampanti compatibili con Windows.

Schermo: Risoluzione minima 1920 x 1080; Dimensione almeno 24 pollici.

Disco fisso: sono supportati, su tutti i computer, solo dischi SSD.

Antivirus: Microsoft Security Essentials, Trend Micro, Kaspersky, McAfee, Symantec, ecc…

Virtualizzazione: è supportata la virtualizzazione delle macchine, anche in Cloud, tramite i principali software: Hyper-V, VMware. Quando si utilizza la procedura in ambiente Cloud, non utilizzare/installare le procedure/archivi in un disco di rete, utilizzare solo dischi locali della macchina (ad esempio: C:). Nel caso sia necessario utilizzare dischi di rete, installare Pervasive in versione Client/Server.

 

NB: La soluzione con Terminal Server è da considerarsi interessante in quanto richiede poca manutenzione di sistema, essendo tutto centralizzato. Per migliorare la sicurezza dei dati il sistema deve essere configurato con dischi in Mirroring o in Raid5, con doppio alimentatore e gruppo di continuità.

Tutti i marchi nominati sono registrati dagli aventi diritto.

NOTE PER INSTALLAZIONE IN MULTIUTENZA 

È consigliabile utilizzare la stessa lettera di unità disco da tutte le postazioni di lavoro. Sul PC Server, dove viene eseguita l'installazione come postazione principale, si consiglia di eseguire le installazioni indicando lettere di unità disco disponibili anche sulle postazioni client. In questo caso, ad esempio, se sul PC Server si esegue l'installazione principale indicando come unità disco X:; corrispondente alla condivisione \\NomeServer\X, sul client sarà necessario mappare la medesima condivisione come disco X:.

Se sul PC Server non si ha a disposizione una lettera di unità disco utilizzabile anche dalle postazioni client, è possibile crearne una utilizzando il seguente comando: subst <NuovaUnitàDisco> <CartellaDelDisco>

Esempio (è prima necessario creare la cartella: C:\DriveX): subst X: C:\DriveX

In questo modo, verrà creata l'unità disco X: utilizzando la cartella C:\DriveX. Per creare questa unità disco ad ogni avvio del sistema operativo, è sufficiente creare un file ".bat" contenente il comando sopra menzionato (opportunamente personalizzato) e collocarlo all'interno della cartella "Esecuzione automatica" del menù Start di Windows.

NOTE PER INSTALLAZIONE/ESECUZIONE

• L'installazione della procedura deve essere sempre eseguita da un utente appartenente  al gruppo  "Administrators".

• L'esecuzione della procedura può essere eseguita da un utente appartenente al gruppo "Users".

• L'installazione e l'esecuzione delle procedure è compatibile con la funzionalità "UAC" (controllo dell'account utente).

ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE IN PRESENZA DEL SERVIZIO TERMINAL SERVER

Le procedure Bluenext sono certificate per essere installate/utilizzate solo su sistemi operativi Microsoft.
I sistemi operativi server supportati sono Windows Server 2012, 2016 e 2019.

Se vi volessero utilizzare le procedure installate sui server sopra menzionati, usufruendo dei Servizi Terminal, questo servizio dovrà essere configurato in modalità "Server applicazioni" che su server di ultima generazione, consiste nell'abilitare il ruolo di desktop remoto.

Terminata l'installazione, la procedura potrà essere utilizzata da tutti i client che si collegano al Server in modalità Terminal Server senza dover eseguire l'installazione per postazione aggiuntiva.

In fase di utilizzo delle procedure Bluenext è necessario non avviare contemporaneamente più di una sessione di Windows utilizzando lo stesso nome utente.

Sono supportate le licenze di TS CAL di Microsoft sia per dispositivo che per utente.
Non sono supportate altre configurazioni che simulano il Terminal server ottenibili installando software quali TsPlus, Aads, etc.

FORMATO DATA/NUMERI

Per visualizzare la data nel formato corretto (GG/MM/AAAA) sulla barra di stato e i numeri nel programma occorre:

  • Selezionare dal menù di Avvio la voce Impostazioni;
  • Selezionare Pannello di controllo;
  • Selezionare la voce Impostazioni Internazionali ed indicare nel campo lingua "Italiano" o "Italiano standard";
  • Nella sezione Data, nel campo "Formato" selezionare il formato esatto della data gg/mm/aaaa;
  • Nella sezione Numeri, nel campo "Separatore decimale" indicare la virgola e nel campo "Simbolo raggruppamento cifre" indicare il punto;
  • Confermare le nuove impostazioni e riavviare il sistema.

Sui Sistemi in rete locale, i client ed il Server devono essere entrambi sincronizzati sullo stesso fuso orario.

Il fuso orario sul quale devono essere impostati i computer è quello di Roma.

Per verificare il fuso orario, fare click (oppure doppio click per i vecchi Sistemi Operativi) con il mouse sul campo Data e Ora presente nella parte in basso a destra del Desktop.

NOTE PER IL SALVATAGGIO-RIPRISTINO DEGLI ARCHIVI

L'unico backup da noi certificato è quello effettuato tramite la nostra procedura Gestore Unificato Salvataggi-Ripristini.

STRUTTURA CARTELLE

Server

File distribuiti in:

C:\Italwin

X:\Ital_Update

X:\Istruzioni_Update

X:\Evol-Std\

C:\Program Files\Common Files\Evol-std

C:\Program Files\Common Files\GestioneUtenti

Componenti di sistema installati in C:\Windows (System32/SysWOW64)

Istanza SQL installata in X:\EVOL-STD\Archivi_SQL

È possibile utilizzare una propria istanza di SQL. Per fare questo, prima di installare, è necessario creare e personalizzare il file X:\Evol-Std\ServerConfig.ini

Client

Accesso in lettura/scrittura (completo) a:

X:\Evol-Std

X:\Ital_Update

X:\Istruzioni_Update

File distribuiti in

C:\italwin

C:\Program Files\Common Files\Evol-std

C:\Program Files\Common Files\GestioneUtenti

Componenti di sistema installati in C:\Windows (System32/SysWOW64)

ACCESSO A INTERNET

Porte

La procedura accede ad internet tramite protocollo HTTP/HTTPS.

Porte TCP utilizzate:

  • 80 - HTTP
  • 443 - HTTPS

Domini

La procedura accede ai portali Agenzia Entrate e/o INPS ed altri, devono essere accessibili e senza blocchi tutti i sottodomini dei seguenti domini:

  • .agenziaentrate.gov.it
  • .inps.it
  • .sonoinCloud.it
  • .portalesoftware.com
  • .tuttok.eu

Proxy

Nel caso si utilizzi un unico proxy questo deve essere senza richiesta di autenticazione e deve essere configurato all'interno della procedura.

ATTENZIONE:

Il portale dell'Agenzia delle Entrate richiede il protocollo di sicurezza TLS 1.2 che è supportato solo dai più recenti browser quindi è necessario aver effettuato l'aggiornamento a Internet Explorer 11.

Ricordiamo che Internet Explorer 11 non è installabile sui Sistemi Operativi Windows Server 2012 (non R2).

 

Cliccare qui per scaricare ed installare il protocollo TLS 1.2.


Disclaimer: il presente articolo descrive il funzionamento delle procedure Bluenext e non rappresenta in nessun caso un'informativa normativa; Bluenext Srl non si assume nessuna responsabilità circa eventuali errori nell'applicazione della normativa da parte degli utilizzatori dei suoi prodotti.


© 2019 Bluenext Srl - Tutti i diritti riservati


Helpdesk Bluenext

We care.